CICLIDI AFRICANI: CHI SONO E COME PRENDERSENE CURA

Iodotropheus sprengerae
Iodotropheus sprengerae
Cynotilapia red top Likoma
Cynotilapia afra red top Likoma
Pseudotropheus saulosi
Pseudotropheus saulosi
Melanochromis Maingano
Pseudotropheus Maingano
Pseudotropheus acei Luwala
Pseudotropheus acei Luwala
Pseudotropheus socolofi
Pseudotropheus socolofi
Metriaclima estherae red
Metriaclima Estherae Red
Labidochromis hongi Sweden
Labidochromis hongi Sweden
Labidochromis Caeruleus
Labidochromis caeruleus
Pseudotropheus Neon Spot
Pseudotropheus elongatus Neon Spot
Labeotropheus Ochre Chilumba
Labeotropheus ochre Chilumba
Pseudotropheus elongatus Mpanga
Pseudotropheus elongatus Mpanga

Gli ingiusti luoghi comuni su i Ciclidi africani, i pesci tropicali d'acqua dolce resistenti

Ciclidi africani dal lago Malawi, Tanganica e Vittoria ai nostri acquari: Buccochromis Rhoadesii Yellow
Buccochromis rhoadesii yellow – Ciclide africano

Ciclidi africani? Per carità, mai e poi mai.

Sono aggressivi, rissosi, brutali e ingestibili distruttori di arredo e piante. Meglio evitarli e pensare ad altri pesci colorati d’acqua dolce!

Luoghi comuni che spesso accusano ingiustamente questi fantastici pesci tropicali d’acqua dolce resistenti e coloratissimi dei grandi laghi africani.

Con alcune specie è vero, si possono verificare queste situazioni, ma solo quando non si è esperti di questi pesci d’acquario e ci si affida a consiglieri improvvisati o interessati al proprio tornaconto.

Sono pesci territoriali con spiccate capacità evolutive e, tra queste, c’é la protezione del territorio dove si alimentano e riproducono.

Se ci sono scontri, è solo perché nell’acquario, non gli abbiamo offerto lo spazio e l’arredo necessario.

Ti assicuro che una volta appresi i segreti dell’allestimento di un acquario Malawi di Ciclidi africani, le soddisfazioni saranno eccezionali.

Se in Germania, Francia, Spagna, est europeo, Stati Uniti e Canada, hanno un successo strepitoso, un motivo ci sarà.

Con la lettura di questa guida avrai l’opportunità di conoscerli più da vicino e approfondire un mondo pazzesco che una volta portato a casa, non se ne può più fare a meno!

Massimiliano Tavana
Massimiliano Tavana

Appassionato di acquariofilia

Fammi una domanda
Massimiliano Tavana
Massimiliano Tavana

Appassionato di acquariofilia

Fammi una domanda
Contenuti

[VIDEO] Il rock dei Ciclidi africani nel lago Malawi

Ciclidi africani, una passione da sogno in acquario

Due Haps provenienti dal Malawi
Una coppia di pesci Ciclidi africani

I Ciclidi africani sono molto robusti, longevi, super colorati, con poche esigenze e interessantissimi da osservare nei loro comportamenti mai banali.

Il tutto a prezzi molto bassi, rispetto ai ‘colleghi’ della barriera corallina, con i quali non temono confronto, anzi.

Sono economici, non solo nell’acquisto dell’animale, ma anche in tutto ciò che riguarda la gestione dell’acquario, dall’arredo ai pochissimi prodotti necessari.

In poche parole, questi pesci africani sono animali domestici amichevoli, bellissimi e prodighi di entusiasmanti emozioni.

Una vera e propria passione da sogno, i nostri Cichlidream.

Ti starai forse chiedendo: e allora perché in Italia sono così poco popolari?

Più avanti, con il rischio di farmi qualche nemico, ti dirò come la penso, ma ora vorrei concentrarmi su un altro concetto più importante; il paradiso che possono offrire i Ciclidi africani, se si improvvisa, può diventare inferno.

Nulla di complicato, per carità, ma informarsi è una cosa molto importante per sapere quali regole rispettare.

Tutto sulla compatibilità e le necessità dei Ciclidi africani per il tuo acquario

Clicca sul pulsante qui sotto per un acquisto informato dei

Qualche regola d'oro per non sbagliare con i Ciclidi africani in acquario

Di seguito trovi la selezione dei filtri più affidabili.

Mancano i miei preferiti ai quali ho dedicato a ognuno una recensione che puoi leggere cliccando sopra il nome.
Si tratta dell’Askoll Pratiko 300 3.0 Super Silent e del fratello maggiore, l’Askoll Pratiko 400 3.0 Super Silent.   

Per avere altre idee potrebbe interessarti dare anche un’occhiata alla guida Filtro esterno acquario: prezzi e recensioni 2023

Per vasche particolarmente grandi ne potresti mettere due esterni oppure aggiungere un filtro per acquario interno.

 

I Ciclidi africani non sono importanti solo per il nostro acquario, sono pesci di scienza

I Ciclidi africani, oltre che per nostri acquari, sono importanti anche per la fonte di alimentazione che forniscono alle popolazioni locali e per la scienza.

Hanno molte caratteristiche biologiche insolite per dei pesci ornamentali,

  • un sistema di cure parentali altamente evoluto

  • la capacità di evolvere rapidamente in moltissime specie in grado di colonizzare tantissimi habitat: acque tropicali d’acqua dolce più o meno profonde, rocciose, fangose, sabbiose, con o senza piante.

     

Per questo motivo, i Ciclidi sono oggetto di studio dei biologi evoluzionisti, nello sviluppo di modelli di rapida speciazione e capacità adattativa.

La distribuzione dei questi pesci tropicali resistenti nelle acque dolci africane

Malawi, Tanganika e Vittoria
I 3 grandi laghi africani

I Ciclidi africani, quelli dei grandi laghi, sono i pesci tropicali d’acqua dolce più resistenti del continente africano, ma non sono gli unici a viverci. In tutto se ne contano ben 1200 specie circa.

Se ne trovano anche nei fiumi, in particolare nel fiume Congo dove vivono i più piccoli Ciclidi nani africani.

Questa è la distribuzione delle specie più precisa che sono riuscito a trovare

  • Lago Vittoria, 250-350

  • Lago Tanganica, 350

  • Lago Malawi, 600-700 ma ci sono continue nuove scoperte

  • Madagascar 29 (dove c’é il grave pericolo di estinzione)

I Ciclidi africani dal Malawi, Tanganika e Vittoria in acquario

Per la maggior parte dei Ciclidi dei grandi laghi africani, sono fondamentali 2 cose

  1. Il corretto allestimento dell’acquario con il giusto numero di rocce da distribuire per ottenere il sufficiente numero di tane e barriere visive.
    Puoi utilizzare quelle naturali o le rocce sintetiche per acquario Malawi
  2. La scelta della comunità

Ciclidi africani le specie, un discorso delicato. È importante trovare la corretta compatibilità tra loro, per carattere, alimentazione e habitat.

Potresti anche approfondire visitando la sezione, Ciclidi africani schede e leggendo i 10 consigli d’oro contenuti nella guida, Come fare l’allevamento di Ciclidi africani.

A questo proposito, per vedere nascere e crescere i piccoli avannotti, ad esempio dei pesci Malawi, dovrai catturare la femmina incubante. Ti avviso che non è semplice ma leggendo questa guida troverai la trappola per pesci che più si addice al tuo acquario.

Le specie più numerose e colorate sono i Malawi pesci e necessitano di acquari di almeno 200 litri e un lato lungo di 120 cm minimo. 

Anche tra le specie stesse ci sono tantissime variazione. Un esempio eclatante è la Cynotilapia afra (red top Likoma, cobue ecc).

Cyphotilapia frontosa del lago Tanganica
Cyphotilapia frontosa – Tanganica

Le forme e i comportamenti più vari e curiosi di questi pesci tropicali d’acqua dolce, si trovano nel lago Tanganika.

Non è il caso delle meravigliose Cyphotilapia ma, per chi non può o non vuole allestire un grande acquario, alcune specie di piccoli conchigliofili, di questo lago, possono essere ospitati anche in acquari piccoli ed economici

Se pensi di allevare queste piccole specie, potrebbe interessarti leggere la guida per sapere quanti pesci inserire per un acquario di 60 e 100 litri.

Le specie del lago Vittoria sono meno numerose di quelle del Tanganica e il Ciclide più famoso di queste acque è il coloratissimo Haplochromis Ch44.

E’ talmente bello e particolare che merita un paragrafo tutto per lui.M

Haplocromis CH44, Ciclidi africani del lago Vittoria pazzeschi

Ciclidi africani dai grandi laghi Malawi, Tanganica e Vittoria al nostri acquario: Haplochromis CH44
Haplochromis CH44 – Lago Vittoria

E’ un pesce tropicale d’acqua dolce resistente e robusto che non ha particolari problemi di alimentazione, ma necessita di un acquario di grandi dimensioni.

Una vasca di 240 litri è il minimo consentito, a patto che venga allevato un solo maschio con tre femmine.
Meglio inserirli tutti abbastanza giovani.

Crescendo aumenta l’atteggiamento dominante nei confronti degli altri pesci, anche se non sono particolarmente simili, aumentando il livello di aggressività e il rischio di ibridazioni.

Se decidi di allevarlo in comunità, oltre ad un acquario molto grande, ti consiglio di inserire dei Ciclidi africani più grandi di lui.

L’acquario deve essere allestito con molta attenzione. Rocce e legni dovranno essere disposti in modo da formare molti nascondigli e barriere visive.

Come per tutti i Ciclidi dei grandi laghi africani, generalmente si allestisce un acquario senza piante.

Anche se qualche tentativo si può fare, lo vedremo poco più avanti

I Ciclidi africani sono pesci tropicali d'acqua dolce resistenti ma con le giuste accortezze in acquario

I Ciclidi africani, se ospitati nei nostri acquari con le semplici ma importanti accortezze, sono pesci robusti che possono vivere anche 15 anni.

Nelle acque dei nostri rubinetti, trovano le stesse caratteristiche calcaree dei grandi laghi di provenienza e si adattano agevolmente a un’acqua un po’ più dura.

La comodità di non utilizzare l’acqua d’osmosi, la robustezza e la grande capacità di adattamento, non ci devono però trarre in inganno.

Se messi nelle corrette condizioni di compatibilità ambientale, alimentare e caratteriale nel rispetto delle loro esigenze, i Ciclidi africani sono molto resistenti e difficilmente incorrono nelle classiche malattie dei pesci d’acquario d’acqua dolce.

E, rispetto a tanti altri pinnuti, ci fanno risparmiare tantissimo sul materiale e gli accessori per acquario dolce.

Ciclidi africani - Full Mbuna
Full Mbuna di Robert Hoffmann.

I Ciclidi africani Wild e quelli nati in acquario. Cosa sapere

I pesci nati in natura, noti come Wild, oltre a costare molto di più rispetto a quelli nati nei nostri acquari, sono spesso meno resistenti.

Ciclidi africani nati nelle riproduzioni in acquario, sviluppano invece nuove caratteristiche adatte all’ambiente di cattività.

È quindi bene fare attenzione quando ci si vuole avventurare con i pesci tropicali nati in natura.

Con l’allevamento di Cichlidream mi impegno per offrire, per quanto possibile, le condizioni di vita che il pesce del Malawi avrebbe nel lago di provenienza. 

In questo video alcune fasi dell’allevamento di Mbunatown.

Questo gli permette di sviluppare caratteristiche e colori tipici dei Wild, con il vantaggio di non subire lo stress dei pesci strappati dalla natura.

I Ciclidi africani e le piante nell'acquario tropicale d'acqua dolce

La maggior parte dei Ciclidi africani, come ad esempio i Ciclidi Malawi Mbuna, vivono in habitat privi di piante.

Se vuoi mettere con loro delle piante vere in acquario d’acqua dolce resistenti, non è semplicissimo ma neanche impossibile.

Questi pesci tropicali, sono famosi per essere il flagello delle piante. Molti di loro, avendo una dieta vegetariana, le mangiano molto volentieri.

Inoltre amano sifonare il fondo in cerca di cibo e tendono sradicare le radici.

Piante vere per allestire un acquario di Ciclidi africani con Vallisneira gigantea
Mbuna: i pesci Ciclidi africani, il terrore delle piante

Però, nonostante tutto, ci si possono togliere belle soddisfazioni anche con discreti acquari piantumati.

Se vuoi tentare, con i Labidochromis caeruleus (onnivori), i famosi Ciclidi africani gialli, hai qualche possibilità di successo  in più.

Se invece preferisci un habitat più vicino a quello esistente in natura, con solo rocce, è importante apportare una buona ossigenazione con un mirato movimento dell’acqua in superficie.

Ti spiego tutto in questo video

Perché negli acquari tropicali d'acqua dolce italiani i Ciclidi africani sono pochi

I Ciclidi dei grandi laghi africani, sono pesci tropicali d’acqua dolce resistenti, colorati, facili da gestire ed economici, ma nonostante questo, nell’acquariofilia italiana ricoprono ancora un ruolo fin troppo di nicchia.

Per quale motivo?

I classici negozi di acquariofilia, traggono poco profitto da pesci tropicali economici e che vivono così a lungo.

Se aggiungiamo che si può allestire un acquario con pochi euro, è comprensibile, anche se non condivisibile, che i negozianti non abbiano interesse a informarsi su come gestirli.

Inoltre, le fonti dove informarsi sono spesso poco affidabili, mai univoche e complete, e non sempre si ha il tempo per districarsi nelle agitate acque del web.

All’inizio di questa meravigliosa avventura, senza le corrette informazioni, ho speso soldi inutilmente anch’io e ho avuto diversi dispiaceri.

Purtroppo è quello che ancora capita a tanti altri appassionati.

I luoghi comuni su i Ciclidi africani

Ciclidi africani dai grandi laghi Malawi, Tanganica e Vittoria al nostro acquario: Neolamprologus Multifasciatus
Neolamprologus Multifasciatus – Lago Tanganika
Da qui i luoghi comuni che penalizzano ingiustamente i Ciclidi africani.

I più radicati, sono due:

Il primo è legato alla necessità di ospitarli in acquari che devono essere sempre molto grandi.

È vero, per molte specie africane, è indispensabile non scendere sotto determinati misure, però, non è vero per tutti i pesci in questione.

È possibile allevare in mono specifico alcuni conchigliofili del lago Tanganika, già in acquari di 80 litri.

Qualche esempio:

  • Altolamprologus compressiceps Sumbu Shell

     

  • Neolamprologus multifasciatus

     

  • Neolamprologus similis

     

  • Lamprologus stappersi

     

  • Lamprologus meleagris

     

  • Lamprologus ocellatus

     

 

Li puoi vedere nuotare in questo video dell’amico Borja.

Il secondo luogo comune riguarda l’eccessiva aggressività.
Anche questa non è una verità assoluta.

Ci sono tanti Ciclidi africani abbastanza tranquilli e gestibilissimi e, anche quelli con i caratteri più accesi, messi nelle corrette condizioni, si possono allevare senza nessun problema.

Ciclidi africani: conclusione e ringraziamenti

Grazie per aver letto questa lunga guida.

Come hai visto sono dei pesci speciali e, se già non lo sono, spero che diventeranno presto anche tuoi nuovi amici e per osservarli come meritano ti consiglio di leggere 3 Consigli per eliminare l’acqua torbida nell’acquario.

Allevi già i Ciclidi africani. o vorresti avventurarti con questi pesci tropicali d’acqua dolce resistenti e coloratissimi?

Fammelo sapere nei commenti

Per alcune delle immagini presenti in questo articolo ringrazio:

A drop of Malawi – Buccochromis rhoadesii yellow

Robert Hoffmann – Full Mbuna

Raymond Boots – Haplochromis CH44

Borja – Neolamprologus multifasciat

P.s
Condividi la guida se pensi possa essere utile ai tuoi amici!

Ciclidi e Assistenza Differenti per  Passione!

Video, foto, schede e approfondimenti

Consulenza privata 1 a 1

Per un aiuto personalizzato, ti consiglio di dare un’occhiata al mio servizio di consulenze private 1 a 1.
Un ottimo modo per ottenere subito risposte dirette alle domande per il tuo caso specifico.

Se hai problemi non lasceremo nulla di intentato e ci assicureremo di fornire le soluzione alla tua preoccupazione.

Se stai iniziando da zero creeremo insieme un acquario bello e armonioso prevenendo ogni grattacapo futuro.

Con la fotocamera potrai mostrarmi il tuo acquario, l’attrezzatura o i pesci specifici che potrebbero causarti problemi o potrebbero averne.
In più, potrò mostrarti le mie vasche per rendere più semplici le istruzioni che ti darò.

Online, come in questo sito e tutti i canali social di Cichlidream, puoi imparare tutto da solo e GRATIS!
Ma a volte la comunicazione 1 a 1 può essere molto più chiara, precisa e veloce per le tue domande più specifiche.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 2 Media: 5]

Il guadagno che posso ricevere dagli acquisti idonei da Amazon in qualità di Affiliato non influisce sul prezzo del prodotto.

TRASFORMA IL TUO ACQUARIO IN UN ANGOLO DI PARADISO

Ti invierò la guida direttamente al tuo indirizzo email. Inseriscilo qui sotto e accedi alla guida.